immagine non disponibile

Visite Guidate - Guided Tours - Visites Guidées - Stadtführungen - Visitas Guiadas

Visite Guidate - Guided Tours - Visites Guidées - Stadtführungen - Visitas Guiadas

immagine non disponibile
previous arrow
next arrow
Slider

I Nostri Tour
 
Guide Turistiche appassionate, organizziamo tour e visite guidate di Torino e del Piemonte

A To per Tour

Prima volta a Torino? Permetteteci di fare gli onori di casa: un tour per presentarvi la città, la sua storia, le sue meraviglie

A To per l'Aperitivo

L'aperitivo caratterizza da sempre il vivere di Torino. Aperitivo alla Torinese o apericena? Qui è dove si mangia meglio al mondo

A To per Enigmi e Misteri

Torino, con i suoi misteri, è da sempre avvolta da un alone magico. Un tour attraverso le strade che hanno visto eventi straordinari ed inspiegabili, ricco di curiosità e storie misteriose.

Vuoi vedere altre proposte?

Vuoi vedere altri tour? Clicca qui per vedere le nostre altre proposte. Oppure Scrivici per un Private Tour: sapremo disegnare l'esperienza adatta a te.

A To per Tour!

Torino è la nostra passione. Ecco chi siamo

Su di Noi

Torino come Interesse, Passione, Casa

Passion still lives here

Tre guide turistiche, ma un solo modo di vedere la città. Quello che accomuna Enrica, Marina e Francesco è la passione con cui guardano Torino e che cercano di trasmettere. Quando si sono conosciuti, al corso per prendere l'abilitazione come guida, è stata subito chiara l'intesa che si era creata, ed è di conseguenza stato naturale che le loro strade continuassero insieme. L'amore per la città e il suo territorio, l'ammirazione per la sua storia e la voglia di divertirsi a raccontarlo si percepiscono chiaramente nelle loro visite guidate, spesso vissute più come una chiacchierata tra amici (magari in un caffé storico davanti a un bicchierino, cosa che sovente succede) che come una lezione accademica. Insomma, si vuole davvero passare del tempo a To per Tour tu per tu. Enrica, Marina e Francesco possono vantare collaborazioni con diverse realtà importanti, quali l'Università degli Studi di Torino, Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Turismo Torino e Provincia, City Wonders, Bike & the City.

Personal Info

  •   Enrica +39 333 171 6077
  •   Marina +39 333 291 0360
  •   Francesco +39 333 895 5065
Cosa dicono di noi
Numerosi personaggi famosi sono passati da Torino. Ecco come si sono trovati:
“Meravigliosa limpidezza, colori d’autunno, uno squisito senso di benessere diffuso su tutte le cose”“Torino, amico mio, è una scoperta capitale… sono di buon umore e lavoro dal mattino alla sera. Un piccolo pamphlet di argomento musicale mi tiene occupate le mani. Mangio come un dio, riesco a dormire nonostante il rumore delle carrozze che passano di notte”“Torino: ma che dignitosa, severa città!”“E l’aria: secca, energizzante, allegra… il primo luogo in cui sono possibile!”"Sono passato vicino alla Mole Antonelliana , l’edificio più geniale che è stato forse costruito per un assoluto impulso verso l’alto - non ricorda nient’altro se non Zarathustra. L’ho battezzato Ecce Homo e l’ho circondato nel mio spirito con un immenso spazio libero"
Friedrich Nietzsche

Friedrich Nietzsche

(1844-1900) Filosofo
There's a whiff of Paris in Turin's elegant tree-lined boulevards and echoes of Vienna in its stately art nouveau cafes, but make no mistake – this elegant, Alp-fringed city is utterly self-possessed. The innovative Torinese gave the world its first saleable hard chocolate, perpetuated one of its greatest mysteries (the Holy Shroud), popularised a best-selling car (the Fiat) and inspired the black-and-white stripes of one of the planet's most iconic football teams (Juventus). Turin also gave the world Italy as we now know it: Piedmont, with its wily Torinese president, the Count of Cavour, was the engine room of the Risorgimento (literally 'the Resurgence', referring to Italian unification). Turin also briefly served as Italy's first capital and donated its monarchy – the venerable, possibly past it, House of Savoy – to the newly unified Italian nation in 1861. The 2006 Winter Olympics shook the city from a deep post-industrial malaise, and sparked an urban revival, with a cultural knock-on effect that has seen a contemporary art, architecture and design scene blossom in the city.
Lonely Planet

Lonely Planet

2016
"Torino è una città bellissima. Come spaziosità supera, io penso, tutto ciò che è stato immaginato prima""C’è un ampio e lungo caseggiato [Galleria subalpina] luccicante dei negozi più perversamente attraenti, che è coperto di un tetto di vetro … e di sera, quando è illuminato dal gas e popolato da una moltitudine di gente che vuole divertirsi, che va a zonzo che chiacchiera che ride, è uno spettacolo degno di essere visto"
Mark Twain

Mark Twain

(1835-1910) Scrittore
“Torino mi sembra la città più graziosa d’Italia e, per quel che credo, d’Europa per l’allineamento delle strade, la regolarità delle costruzioni e la bellezza delle piazze”
Charles de Brosses

Charles de Brosses

(1709-1777) magistrato, filosofo, linguista e politico
"Non potevo immaginarmi una città bella come Torino, nulla vi manca; l’occhio non è mai ferito, ma sempre colpito e affascinato … più procede il mio viaggio, più scopro altre città, meno di ritrovare un’altra Torino"
Alphonse de Lamartine

Alphonse de Lamartine

(1790-1869) Poeta
A reopened Egyptian Museum isn’t the only draw in Turin, where projects like the warehouse district Docks Dora, home to galleries, ateliers and underground clubs; the street art initiative Arte in Barriera; and Lavazza’s new headquarters in Aurora near Porta Palazzo, Europe’s largest open-air market, are softening an industrial face. Fresh exhibition spaces and museums (CAMERA – Italian Center for Photography and Museo Ettore Fico) complement Contemporary Art Week, comprising Artissima, Paratissima and Luci d’Artista. The concurrent Club to Club is one of many music festivals (Torino Jazz, Kappa Futur, TODAYS, Movement Torino). The city, which is home to Slow Food’s annual Salone del Gusto, is also a jumping-off point for the Unesco world heritage-designated wine regions Langhe-Roero and Monferrato.
New York Times

New York Times

2016
Contattaci